La passata subacquea: come migliorarla

Le gambe in subacquea sono considerate il quinto stile del nuoto ed è anche il più veloce. Osservando i migliori nuotatori al mondo noterai come, non solo ricercano una subacquea di 15 m dopo ogni virata, ma cercano di essere il più veloce possibile in questa fase.
Innanzitutto allenare la fase subacquea è importante perché:
– permette di nuotare oltre il 30% in meno nelle gare di vasca corta (25 m). Infatti il 30% della gara potrebbe essere nuotato completamente in subacquea (sommando tutti i 15 m dopo ogni spinta) con un’enorme guadagno in termini di velocità e di performance (avresti solo il 70% di gara da nuotare).
– consente di essere più veloce. Infatti la fase di uscita dal tuffo e dalla virata sono le fasi più veloci della gara. Avere una subacquea potente vorrebbe dire mantenere questa velocità più a lungo con un prezioso guadagno in termini di secondi.
– aiuta a migliorare il fitness delle gambe.Lavorare sulla subacquea ti porterà a lavorare maggiormente sulla forza delle gambe, dando loro maggiore resistenza che sarà poi trasferita in acqua.
– insegna l’importanza di ridurre la resistenza in acqua. Grazie anche all’utilizzo delle pinne in allenamento potrai imparare cosa vuol dire ridurre la resistenza in acqua e aumentare conseguentemente la velocità.
Ecco i 3 consigli importanti per migliorare la subacquea:
1. Inizia allenando 15 m di subacquea il più velocemente possibile. Prova con serie da 8 x 15 m con pinne ripartendo ogni 60”. Quando avrai imparato a gestire perfettamente i 15 m in subacquea, allunga la distanza a 25 m. Controlla sempre che la velocità sia adeguata e di non soffrire troppo la mancanza d’aria.
2. Mantieni allenato il “core”. Avere un “core” allenato ti permetterà di avere una gambata delfino più efficiente in acqua. La tua gambata risulterà così più forte e le tue spalle più ferme e questo ti consentirà di essere più lineare nella tua azione subacquea.
3. Allena le gambe in verticale. Allenare le gambe in verticale per qualche minuto ogni giorno aiuterà a migliorare la tua subacquea. La gambata in verticale ti permetterà sia di controllare il corretto allineamento del corpo che la corretta esecuzione della gambata stessa.

Commenti

Post popolari in questo blog

I tuffi: competizioni e calcolo del punteggio

Gli allenamenti del nuoto (C1, C2 e C3)

Tipi e numerazione dei tuffi